fbpx

DA SAVOIA A PICERNO. LA LUCANIA CHE RESISTE

169,00189,00

Due gli eventi storici che accomunano questi borghi della Basilicata, arroccati sulle alture del Melandro: da una parte l’antica Salvia, che nel 1878 è costretta a cambiare il suo nome in Savoia di Lucania per aggraziarsi il perdono di Re Umberto I, a cui aveva attentato la vita l’anarchico Giovanni Passannante; dall’altro lato Picerno, ricordata come la “Leonessa della Lucania” per via della lunga e ostinata determinazione con cui alcuni cittadini tennero testa alle truppe sanfediste nel 1799

COD: WED-SAV-05 Categoria: Tag: , , , ,

Descrizione

Due gli eventi storici che accomunano questi borghi della Basilicata, arroccati sulle alture del Melandro: da una parte l’antica Salvia, che nel 1878 è costretta a cambiare il suo nome in Savoia di Lucania per aggraziarsi il perdono di Re Umberto I, a cui aveva attentato la vita l’anarchico Giovanni Passannante; dall’altro lato Picerno, ricordata come la “Leonessa della Lucania” per via della lunga e ostinata determinazione con cui alcuni cittadini tennero testa alle truppe sanfediste nel 1799. Oggi i due borghi rivivono con ritrovato orgoglio le vicende della loro storia e propongono al visitatore diversi elementi del territorio da vivere in modalità lenta. Picerno è la patria della Lucanica IGP, un salume stagionato che risale al popolo pre-romano dei lucani e che, grazie a un rigoroso disciplinare, ne hanno fanno un prodotto di grande pregio. Savoia di Lucania ha una veduta a strapiombo sulla valle del Melandro dove, lungo il Vallone del Tuorno, si sviluppano una serie di cascate, pozze e salti d’acqua incastonati in un ambiente naturale di rara bellezza. Diverse le sorgenti di acqua sulfurea presenti lungo il percorso e resti di antichi mulini che testimoniano la presenza di un’antica e fiorente civiltà contadina

Il costo per persona è da intendersi con sistemazione in camera doppia
Il supplemento singola viene applicato a tutta la durata del soggiorno

N.B. L’acquisto sottintende la presa visione e l’accettazione delle CONDIZIONI GENERALI e del REGOLAMENTO DI VIAGGIO

PARTENZA DEL VIAGGIO
AL RAGGIUNGIMENTO DI 6 PERSONE

 

COSTO A PERSONA
169,00 €

supplemento singola: 20 €

LA QUOTA COMPRENDE
Guida e accompagnamento per tutta la
durata del viaggio, 1 pernotto con cena in
agriturismo, B&B o strutture simili, visita
del Museo della memoria e ingresso alle
cascate, pasti, assicurazione RC e
infortuni.

LA QUOTA NON COMPRENDE
Trasferimenti e spostamenti, mance, tutto
quanto non indicato alla voce “la quota
comprende”.

PARTENZA DEL VIAGGIO
AL RAGGIUNGIMENTO 6 PERSONE

SABATO

Ore 9.00 – Ritrovo in piazza Plebiscito a Savoia di Lucania e incontro con la
guida.
Ore 10.00 – Trekking “Le cascate del Tuorno” lungo un torrente affluente del
fiume Melandro, in una natura incontaminata tra sorgenti di acqua sulfurea e
antichi mulini ad acqua.
Ore 13.30 – Pranzo presso agriturismo “Il Boschetto”.
Ore 15.30 – Visita del centro storico e del Castello che ospita il Museo della
Memoria dedicato all’anarchico Passannante, che nel 1878 attentò la vita di Re
Umberto I di Savoia.
Ore 19.00 – Arrivo in struttura e cena “Alla ricerca dei sapori perduti”.

DOMENICA

Ore 8.00 – Colazione e check-out.
Ore 9.00 – Trekking “Il Piano della Nevena”, in un bosco di alberi vetusti tra
sorgenti e laghetti incastonati in depressioni carsiche.
Ore 12.00 – Visita del centro storico di Picerno e dei luoghi della memoria della
resistenza del 10 maggio 1799.
Ore 13.30 – Pranzo in agriturismo con assaggio della Lucanica IGP di Picerno.
Fine dei servizi.

10-11 aprile
8-9 maggio
5-6 giugno
24-25 luglio
25-26 settembre
16-17 ottobre

PERNOTTAMENTO
Struttura da concordare

DURATA
2 giorni, 1 notte

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DA SAVOIA A PICERNO. LA LUCANIA CHE RESISTE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in cima