Home/Soggiorni/Alla scoperta del Pollino. Il parco più grande d’Italia
Caricamento...

CONTESTO TERRITORIALE


Il Parco Nazionale del Pollino è uno dei due Parchi nazionali della Basilicata. La sua estesa area, posta a cavallo di Basilicata e Calabria, lo rende il Parco più grande d’Italia. Al suo interno si trovano le vette più alte del meridione, come Serra Dolcedorme (2267 m.) e Monte Pollino (2248 m). Il Parco è uno scrigno di biodiversità, con endemismi botanici unici al mondo – come il Pino loricato – e una grande variabilità di fauna selvatica.

SISTEMAZIONE


La Locanda di San Francesco – Viggianello (PZ)

Nel cuore del Parco Nazionale con vista sul Massiccio del Pollino, è una struttura ricettiva molto accogliente e ospitale. Il posto ideale dove poter ristorare e gustare i piatti tipici della cucina lucana e del Pollino.

LIVELLO E TARGET


E- FACILE

L’esperienza di soggiorno Fuorisentiero è adatta a tutte le persone in buono stato di salute. Non è richiesta alcuna preparazione atletica e/o esperienze pregresse nell’ambito dell’escursionismo. Le attività hanno una durata di circa 6-8 ore; il dislivello complessivo medio per ogni escursione è circa 400 m.

Sono accettati anche minori, purchè accompagnati o autorizzati da un genitore/tutore.

N.B. Le attività di trekking non sono obbligatorie. È possibile seguire in parte il programma di viaggio e/o variarlo in base alle esigenze del singolo senza incidere sull’esperienza del gruppo.

GUIDE


L’accompagnamento in ambiente montano sarà effettuato da una Guida Ambientale Escursionistica professionale della Basilicata associata AIGAE. Nelle attività di visite guidate saranno messe a disposizione in aggiunta specifiche figure competenti.

NOTE


  • Il soggiorno è animal-friendly: sono ammessi animali di piccola/media taglia, ma non possono accedere nell’area ristorante. Per ogni informazione aggiuntiva è possibile consultare il Regolamento di Viaggio e/o domandare all’atto della prenotazione;
  • Per i soggetti affetti da allergie, intolleranze alimentari e/o qualsiasi altra esigenza è necessario informare lo Staff al momento della prenotazione.
  • La partecipazione sottintende la presa visione e accettazione del Regolamento di Viaggio. Attenersi ad esso per tutte le informazioni qui non specificate. Per eventuali domande è possibile contattare lo Staff all’atto della prenotazione.

REGOLAMENTO DI VIAGGIO

DESCRIZIONE


Il soggiorno si svilupperà tra i borghi e le riserve sul versante lucano del Parco Nazionale del Pollino. Si percorreranno i sentieri più caratteristici del Parco, alla scoperta dell’habitat del celebre Pino loricato, e si visiteranno alcuni dei borghi dell’areale attraverso guide museali e percorsi enogastronomici. Non mancheranno inoltre attività didattiche ed esperienze di gruppo.
 

ESCURSIONI E VISITE


  • Massiccio del Pollino: uno dei grandi massicci dell’Appennino italiano, comprende tutte le maggiori cime del meridione. Attraverseremo i percorsi più significativi del massiccio nello spettacolare paesaggio caratterizzato dalla presenza del Pino loricato, tra le 5 grandi vette del Pollino che superano quota 2000 m.
  •  

  • Senise e Lago di Monte Cotugno: borgo sulla Valle del Sinni celebre per la produzione del peperone crusco IGP, uno dei prodotti gastronomici lucani più conosciuti al mondo. Durante la giornata sarà possibile partecipare a un laboratorio del gusto del peperone crusco e delle prelibatezze dell’area. Si visiterà anche il Lago di Monte Cotugno, invaso artificiale che ospita numerose specie avifaunistiche di elevato interesse.
  •  

  • San Paolo Albanese e la cultura Arbëreschë : il comune più piccolo della Basilicata, fondato ne ‘500 da coloni Arbëreschë, minoranza etno-linguistica presente in Basilicata e in altre aree del meridione. Si visiterà il Museo della Cultura Arbëreschë, dove è possibile conoscere le tradizioni e le ricchezze di questa interessante etnia.
  •  

  • Castello di Isabella Morra: situato nel borgo di Valsinni, dove visse nel ‘500 la poetessa lucana Isabella MorraDurante la visita sarà possibile conoscere la singolare storia della poetessa, distante dalle corti e salotti dell’epoca.
  •  

  • I borghi di Rotonda e Viggianello: due dei borghi più caratteristici del Pollino, in prossimità dei maggiori massicci montuosi del Parco. A Rotonda si visiterà l’interessante Ecomuseo, il quale contiene al suo interno un’ampia esposizione inerente al patrimonio naturalistico e paesaggistico del Pollino. A Viggianello, antico comune ai piedi del Monte Pollino, si raggiungeranno le Sorgenti del Mercure, area protetta a pochi passi dal centro storico, dove sarà possibile praticare un percorso di acquatrekking

COSA PORTARE


  • Scarponi da trekking con suola tecnica (si consiglia Vibram);
  • Protezione per il sole (cappellino, crema solare, occhiali…);
  • Impermeabile e anti-vento;
  • Zainetto.

Si consiglia di portare una borraccia, pantaloni lunghi e abbigliamento di tessuto tecnico. L’uso dei bastoncini da trekking è facoltativo. Per ogni esigenza contattare lo Staff.

  • Sistemazione in camera doppia/tripla: 620 €
  • Sistemazione in camera singola: 670 €

Per i minori: 20% di sconto, con sistemazione in doppia.
 

COSA COMPRENDE


  • Accompagnamento con Guida Ufficiale e assicurata
  • Ingressi, visite e attività didattiche
  • Pensione completa e packed lunch per le attività
  • Polizza assicurativa RC e infortuni, spese di soccorso
 
Tutto quello che non è segnato nella lista non è compreso nella quota di partecipazione.
N.B. A causa delle nuove disposizioni per prevenire il contagio da COVID-19, siamo costretti a non poter includere nel prezzo i servizi di spostamenti e noleggio bus.
 
È garantito il trasporto da/per la Stazione di Lagonegro o Sapri. Ulteriori richieste si prega di segnalarle all’atto della prenotazione.

COME ARRIVARE

  • Tramite la A2 Salerno-Reggio Calabria. Uscita Laino Borgo. Prosieguo per SP133 direzione Viggianello.
  • Stazione di arrivo: Lagonegro o Sapri
  • Aeroporto Napoli Capodichino/Aeroporto di Bari/Aeroporto Lamezia Terme.

POTREBBE INTERESSARTI

POTREBBE INTERESSARTI